– «In principio era il verbo.»
– «Ah, io credevo il soggetto. Ma infatti, se senti il Maestro Yoda…»
– «Caserta, fai poco lo spiritoso che vojo vedè come ve la cavate cor riscaldamento globale.»
– «Eh vabbè, moriremo tutti, che vuoi che sia? Mica sarebbe la prima volta.»
– (a bassa voce): “Questo moo mettete nel terzo girone.»
– «Guarda che t’ho sentito, sa? Al terzo girone* so’ tutti amici miei. Come niente t’arrivo in finale e vinco ai rigori. Lo sai come siamo fatti noi italiani…»
– (a bassissima voce): «Chiamame ‘n po’ er canaro che c’ho un lavoretto per lui.»
– «Mi scusi Eminenza…»
– «Non me chiamà Eminenza che quello è n’artro che te lo raccomando proprio.»
– «Come la devo chiamare?»
– «Miles va bene. È informale ma incute ancora un certo timore.»
– «Senta, signor Miles, qua i musicisti stanno tutti a morì de fame.»
– «Figliolo, io tutto quello che potevo fà l’ho fatto.»
– «Eh, lo so, ma infatti pe’ carità, chi te dice niente? Anche se tutta quella roba pop…»
– «Lo vedi che ‘n c’hai capito niente?»
– «Lo so, lo so, ma infatti sto a studià un po’ di tutto, eh.»
– «Bravo, vai a studià un po’ di tutto, va.»
– «Signor Miles, ma tutto tutto? Pure Nino D’Angelo?»
– «A parte che a me Nino D’Angelo me piace, lo sanno tutti. Ma perché, se te paga, che fai, non ce vai?»
– «A voja! Ma magari.»
– «Bravo! Allora vai, va! E continua a studià che su Giant Steps in 13/8 te sento ancora un po’ indeciso.»
– «Ma a me ‘sti tempi dispari non è che me convincono troppo.»
– «Ma stai a scherzà? L’hai sentito quel ragazzetto? Bread…»
– «…Mehldau, sì. Che poi ‘nsomma, non è più tanto un ragazzetto manco lui.»
– «Ma quello te fa All The Things in 7/4 che t’esplode l’auditorium.»
– «Se è per questo ce stanno certi ragazzetti su youtube che aiutame a dì levate proprio.»
– «Bravo. Lo vedi che hai capito?»
– «Ho capito, sì. Me tocca imparà pure ‘sti tempi dispari, eh?»
– «E vedi un po’ te!»
– «Signor Miles, me sa che era meglio che non la disturbavo.»
– «Eh, ormai (…) Sai che c’è? Già che stai qua, vai un po’ a trovà quel bassista un po’ matto. Te fai dà ‘na lezione.»
– «Signor Miles, ma è vero che qua state sempre a fà jam session? A me dopo cena me viè l’abbiocco. Questi suonano fino all’alba, li mortacci loro.»
– «Devi mangià leggero, fjo mio.»
– «Signor Miles, ma perché parla romano?»
– «Qua se possono studià le lingue e siccome io sò sempre stato un po’ coatto… me piaceva il romano, vabbè?»
– «Vabbè, vabbè, non te ‘ncazzà. Grazie Signor Miles.»
– «E non me chiamà Signor Miles.»
– «Va bene, Signor Miles. Mò devo proprio scappà, ciao.»
– «Ciao secco.»

* terzo girone: bestemmiatori, sodomiti, usurai e musicisti

My web site is online again. I hope you like it. The interesting pages are: events (which I hope to update soon with more concerts), originals (my songs) and transcriptions. I am particularly fond of the Dario Deidda transcription as it shows what I think is Dario’s superhuman mastery of both the technical and aesthetic sides of his music.

A few days ago I started my lessons at PercentoMusica and it was great getting to know  Luca Pirozzi and Andrea Avena, two absolute masters in their craft.

That’s it for now. Hope to see you soon again here for more music related news. Ciao!